Dipendenti di Roma Capitale: grande adesione allo sciopero del 6 giugno

roma-scioperoDopo la grande partecipazione allo sciopero del 6 giugno da parte dei Dipendenti di Roma Capitale a difesa del salario accessorio, riparte il tavolo sul contratto decentrato chiamato a trovare soluzioni che non penalizzino i dipendenti capitolini e al contempo siano rispettose delle osservazione degli ispettori del MEF.

L’intesa tra le parti, stando ai tempi dettati dalla circolare ministeriale,  dovrà essere trovata e sottoscritta entro il 31 luglio 2014.

Amministrazione e sindacati faranno bene ad avere ben chiare due richieste che non possono essere derogate per nessun motivo:

1) Nessuna decurtazione degli stipendi che,  già miseri, se alleggeriti del salario accessorio sarebbero prossimi all’indigenza;

2) Nessun recupero delle somme percepite negli anni passati e osservate dagli ispettori del MEF.

Richieste di buonsenso che, stando anche alle recenti dichiarazioni dell’Amministrazione che si è espressa per  bocca del Vice Sindaco con delega al personale On. Nieri, non dovrebbero avere difficoltà ad essere accolte dalle parti sul tavolo della trattativa.

Altissima l'attenzione sul salario accessorio

Cari colleghi,

salario accessoriol’attenzione sul salario accessorio resta altissima. E’ di queste ore l’annuncio attraverso il quale i sindacati danno comunicazione all’Amministrazione che “Il prossimo 6 giugno per l’intero turno i 24mila lavoratori capitolini si asterranno dal lavoro”.  

D’altronde se la circolare a firma dei ministri Padoan, Madia e Lanzetta e la delibera di giunta emanata successivamente alla circolare (documenti che abbiamo allegato alla precedente comunicazione) hanno consentito il pagamento del salario accessorio nelle buste di maggio, e dovrebbero garantirlo fino al 31 luglio 2014, resta opaco il futuro di questi emonumenti. Infatti la stessa circolare ministeriale che ha consentito il pagamento delle somme attenzionate dagli ispettori del MEF, nella sua formulazione complessiva non sembra affatto tranquillizzare sugli scenari futuri li dove testualmente vi si legge:

“Nelle more della definizione delle suddette indicazioni da parte del comitato, è rimessa agli organi di governo degli enti una prima valutazione delle modalità attuative dell’art. 4 del citato decreto-legge, finalizzata ad assicurare la continuità nello svolgimento dei servizi necessari e indispensabili, anche attraverso l’applicazione, in via temporanea e salvo recupero, delle clausole dei contratti integrativi vigenti, ritenuti indispensabili a tal fine”.

Quindi è richiesto un impegno massimo di tutti gli attori chiamati ad operare sull’argomento a garanzia che non accada quanto avvenuto nel Comune di Firenze dove in conseguenza di una attività ispettiva svolta dagli uffici del MEF  i dipendenti sono stati chiamati alla restituzione delle somme di salario accessorio ritenute illegittime.

Clicca qui e leggi il “Provvedimento Dirigenziale del Comune di Firenze

Salario accessorio – Il 6 giugno dipendenti di nuovo in piazza

salario accessorioL’attenzione sul salario accessorio resta altissima. E’ di queste ore l’annuncio dei sindacati all’Amministrazione che “Il prossimo 6 giugno per l’intero turno i 24mila lavoratori capitolini si asterranno dal lavoro”.
D’altronde se la circolare a firma dei ministri Padoan, Madia e Lanzetta e la delibera di giunta emanata successivamente alla circolare (documenti che abbiamo allegato alla precedente comunicazione) hanno consentito il pagamento del salario accessorio nelle buste di maggio, e dovrebbero garantirlo fino al 31 luglio 2014, resta un grande punto interrogativo tutto da chiarire il futuro di questi emonumenti. Infatti la stessa circolare ministeriale che ha consentito il pagamento delle somme attenzionate dagli ispettori del MEF, nella sua formulazione complessiva non sembra affatto tranquillizzato sugli scenari futuri li dove testualmente vi si legge:

Leggi tutto

DOMENICA 25 MAGGIO OPEN DAY al T.C. KIPLING – CENTRO ESTIVO 2014

kipling-open-day

Si avvicina la chiusura delle scuole e molte famiglie si mettono alla ricerca di strutture attrezzate che organizzino centri estivi con personale qualificato cui affidare i figli. Proprio per venire incontro a questa esigenza manifestata da molti nostri iscritti abbiamo ritenuto utile sottoscrivere alcune convenzioni con strutture della cui serietà siamo certi.
Tra queste c’è il Tennis Club Kipling, che per farsi conoscere ha organizzato per domenica 25 maggio, a partire dalle ore 11 e per tutta la giornata, un “OPEN DAY” gratuito  all’insegna del divertimento.
Appuntamento da un perdere per visitare questa bellissima struttura immersa nel parco naturale “Valle dei Casali” e conoscere le persone che vi operano.

Clicca qui per scaricare la locandina invito

A quale tribunale deve rivolgersi il dipendente pubblico in caso di contenzioso con l'Amministrazione? TAR o Tribunale del Lavoro?

dirittoLa pronuncia in esame del Consiglio di Stato conferma l’orientamento consolidato secondo il quale la tutela giurisdizionale inerente al rapporto di lavoro di un pubblico dipendente può esplicarsi davanti al giudice amministrativo quando venga impugnato direttamente un atto di macro-organizzazione, che si assume autonomamente lesivo, e davanti al giudice ordinario quando il dipendente contesta l’atto di gestione, applicativo o consequenziale rispetto a quello organizzativo.

Leggi tutto

I permessi retribuiti (art. 19 del CCNL del 6 luglio 1995)

ccnlLa concessione al dipendente di permessi retribuiti è disciplinata in modo puntuale e rigoroso dall’art. 19 del CCNL del 6 luglio 1995.
Si tratta di varie ma specifiche ipotesi, ciascuna caratterizzata da una propria particolare motivazione giustificativa e da una precisa durata temporale, in presenza delle quali il dipendente può legittimamente assentarsi dal lavoro senza alcuna decurtazione del trattamento economico.
In base a tale disciplina, il dipendente ha diritto a permessi retribuiti per i seguenti motivi:
a) lutto;
b) matrimonio;
c) partecipazione a concorsi o esami;
d) particolari motivi personali o familiari.

Leggi tutto

Mangiare sano e vivere bene. Convenzione ADIRC – Tempio dei Sapori

tempio dei sapori

Sconto del 20% per i soci ADIRC rispetto al prezzo praticato al pubblico di tutti i prodotti, che è possibile visionare e ordinare sul sito www.tempiodeisapori.it o direttamente presso la sede di Via Gregorio Ricci Curbastro, 29 (zona Portuense).

Sconto del 10% per i soci ADIRC rispetto al prezzo praticato al pubblico, su tutte le degustazioni o eventi enogastronomici.

Tempio dei Sapori trasforma il rito quotidiano del mangiare in un evento coinvolgente.

Il cibo, non solo come soddisfazione di un bisogno primario, ma come esperienza piacevole, coinvolgente, “plurisensoriale”, capace, in aggiunta, di soddisfare il desiderio di conoscenza.

I prodotti che Tempio dei Sapori seleziona sono fonte di cultura. Ogni singolo prodotto è confezionato con cura meticolosa e accompagnato da coinvolgenti informazioni, tutto è orientato a soddisfare l’innato bisogno di conoscere, e nel nostro caso i molteplici volti ed espressioni della ricca cultura italiana.

Leggi tutto

Le novità sulle assenze per visite mediche ed esami diagnostici

visita-malattiacon la circolare n° 2/2014 del Dipartimento della Funzione Pubblica si spiegano le novità introdotte dall’art. 4 comma 16 bis D.L. 101/2013 (ora L.125/2013)
Questo articolo recita ” All’articolo 55 -septies , comma 5 -ter , del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, sono apportate le seguenti modificazioni: a) le parole: «l’assenza è giustificata» sono sostituite dalle seguenti: «il permesso è giustificato»; b) dopo le parole: «di attestazione» sono inserite le seguenti:«, anche in ordine all’orario,»; c) sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: « o trasmessa da questi ultimi mediante posta elettronica».
Quindi l’art. 55 septies comma 5 ter D.lgs 165/2001 è ora così formulato : “Nel caso in cui l’assenza per malattia abbia luogo per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici (cassato : “l’assenza è giustificata” ) il permesso è giustificato mediante la presentazione di attestazione, anche in ordine all’orario, rilasciata dal medico o dalla struttura, anche privati, che hanno svolto la visita o la prestazione o trasmessa da questi ultimi mediante posta elettronica”.
Il contenuto della Circolare può essere così sintetizzato: le assenze per visite, terapie ecc.. non rientrano più nelle assenze per malattia, ma rientrano nei permessi per motivi personali (oppure nei permessi brevi o nel recupero di ore a credito nel caso i permessi per motivi personali siano già stati esauriti) e devono essere giustificate da attestazione rilasciata dal medico o dalla struttura dove il dipendente ha effettuato la prestazione sanitaria.

Leggi tutto

La Convenzione ADIRC – UK School of English – Viaggi studio

uk school of english
La lingua Inglese assume sempre maggiore importanza nella nostra società. Basta aprire un qualsiasi giornale per rendersi conto di come i vocaboli anglosassoni siano entrati a far parte oltre che del nostro vocabolario anche  del nostro quotidiano. Questo a dimostrazione che dell’inglese non se ne può più fare a meno.
Chi cerca un lavoro, in qualsiasi ambito professionale, non può prescindere da una buona conoscenza della lingua Inglese.  Oggi le banche sono internazionalizzate e se il Dollaro è la moneta di scambio riconosciuta a livello internazionale l’Inglese è la lingua che lo fa camminare nelle varie transazioni. Per non parlare delle aziende turistiche che operano in tutto mondo parlandosi per lo più in lingua inglese. Ma anche nelle attività sociali è difficile prescindere dalla conoscenza della lingua. Le persone che si rivolgono ai CAF piuttosto che ai Patronati sono in maggioranza stranieri.
Ecco perché i nostri giovani che cresceranno in una società sempre più globalizzata devono conoscere l’inglese. Imparare una lingua straniera oltre essere un arricchimento personale che può rivelarsi utile per viaggiare, fare amicizia, comprendere meglio altre realtà culturali e sociali, diventa indispensabile per una collocazione in un mondo del lavoro dove la mobilità dell’impiego sta diventando la regola.
Proprio per consentire a tutti i genitori di investire nel modo migliore sul futuro dei loro figli abbiamo sottoscritto una convenzione con la “ The UK English School” (una delle migliori strutture che organizza viaggi studio nei Paesi Anglosassoni) attraverso la quale verranno riconosciuti sconti considerevoli a chi vuole imparare o perfezionare la lingua inglese con viaggi studio in Inghilterra.
Clicca qui e guarda le offerte in convenzione
Clicca qui e guarda il catalogo delle vacanze studio

SERATE ADIRC – Teatro dell'Angelo: “Nell’anno del Signore”

avallone-fiorentini


LUOGO
: Teatro dell’Angelo – Via Simone de Saint Bon 17 (traversa di via delle Milizie – Vicino alla fermata Ottaviano della Metro “A”);
DATA: Venerdì 21 Marzo alle ore 21 ;
APPUNTAMENTO: alle 20,45 presso la biglietteria del TEATRO;
PREZZI: Euro 18 anzichè 25.

Dopo il grande successo ottenuto nella scorsa stagione con IN NOME DEL PAPA RE e quest’anno con SECONDO PONZIO PILATO, Antonello Avallone propone la versione teatrale di un altro capolavoro del cinema italiano ambientato all’ombra della statua di Pasquino.
“NELL’ANNO DEL SIGNORE”
opera meravigliosa di Gigi Magni che vinse il David di Donatello nel 1970, interpretata allora da Nino Manfredi, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Claudia Cardinale e molti altri. Nella Roma papalina del 1825, in piena restaurazione post Congresso di Vienna, la storia ruota intorno alla figura di Cornacchia il calzolaio, in segreto Pasquino (interpretato in teatro da Antonello Avallone), voce irriverente del popolo oppresso. Tutto si svolge tra moti carbonari e storie d’amore nelle vie di una Roma scomparsa, accompagnati della musica del Maestro Trovajoli, si ride e ci si commuove. Ancora una volta si resta sorpresi dalla grande modernità dei testi di Gigi Magni, grandissimo storico di Roma, che nulla risparmia al potere secolare di Papa Leone XII, del cardinal Rivarola e di Mastro Titta. Lo spettacolo è un tributo a due grandi maestri della storia del teatro e del cinema italiano del secolo scorso Gigi Magni ed Armando Trovajoli. 

Tra gli artisti, bravissimo, il nostro collega Roberto Celestini.