Mostre e Musei

ARA PACIS: L’ARA COM’ERA – Da non perdere

L’ARA COM’ERA. Un racconto in realtà aumentata e virtuale.
ARA PACIS – Lungotevere in Augusta – Roma
I soci ADIRC pagano il biglietto al prezzo ridotto di 10€ invece di 12€. Occorre mostrare la tessera dell’Associazione e un documento d’identità.
Info sulla mostra: https://www.arapacis.it/mostre_ed_eventi/eventi/l_ara_com_era

Dopo il grande successo dei primi tre mesi di programmazione, con 11mila visitatori, L’ARA COM’ERA, il primo intervento sistematico di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale di uno dei più importanti capolavori dell’arte romana, diventa ancora più immersivo e coinvolgente. Cittadini e turisti hanno ora l’occasione di assistere all’innovativo racconto sull’Ara Pacis e sulle origini di Roma ulteriormente potenziato grazie a due nuovi punti d’interesse in Realtà Virtuale che, combinando riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, consentono una completa immersione nell’antico Campo Marzio settentrionale dove può assistere alla prima ricostruzione in realtà virtuale di un sacrificio romano.

Leggi tutto

Visita Guidata MATISSE. ARABESQUE – Scuderie del Quirinale

Mostra Matisse
MATISSE. ARABESQUE – Scudetrie del Quirinale:
Domenica 17 maggio ore 17.00
Domenica 7 giugno ore 16.30
Biglietto ingresso + prevendita + guida € 17 solo soci ADIRC – € 18 Ospiti

INFO PRENOTAZIONE 0648906227
 
CLICCA QUI E SCARICA LA LOCANDINA
“La preziosità o gli arabeschi non sovraccaricano mai i miei disegni, perché quei preziosismi e quegli arabeschi fanno parte della mia orchestrazione del quadro.”
La révélation m’est venue d’Orient scriveva Henri Matisse nel 1947 al critico Gaston Diehl: una rivelazione che non fu uno shock improvviso ma – come testimoniano i suoi quadri e disegni -viene piuttosto da una crescente frequentazione dell’Oriente e si sviluppa nell’arco di viaggi, incontri e visite a mostre ed esposizioni.

Leggi tutto

Visita guidata – CHAGALL. LOVE AND LIFE – Chiostro del Bramante

Mostra Chagall
Domenica 31 maggio ore 15.00
Domenica 14 giugno ore 15.00
Biglietto ingresso + prevendita + visita guidata con sistema whisper
€ 15  soci ADIRC – € 16 Ospiti.
INFO PRENOTAZIONE 0648906227
 
CLICCA QUI E SCARICA LA LOCANDINA IN PDF
Dalla collezione dell’Israel Museum di Gerusalemme giungono per la prima volta in Italia 140 lavori di uno degli artisti più amati del Novecento, Marc Chagall, il cui linguaggio è così universale da essere amato da tutti e da tutti conosciuto e riconosciuto e che, tra tutti gli artisti del secolo scorso, è rimasto fedele a se stesso pur attraversando guerre, catastrofi, rivoluzioni politiche e tecnologiche. Attraverso disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli, la mostra racconta la sua poetica influenzata dal grande amore per la moglie Bella e dal dolore per la sua morte prematura avvenuta nel 1944, ripercorrendo la sua vita e la sua arte che fu commistione delle maggiori tradizioni occidentali europee – dall’originaria cultura ebraica a quella russa, incontrollato con la pittura francese delle avanguardie.

Leggi tutto

Foro di Augusto 2000 anni dopo

POSTI ESAURITI

Layout 1

Un viaggio nella storia, promosso da Roma Capitale, con l’ideazione e la cura di Piero Angela e Paco Lanciano. Sarà possibile assistere allo spettacolo tutte le sere fino al 23 settembre 2014 in tre repliche alle 21, alle 22 e alle 23 (durata 40 minuti; max 200 persone).

Utilizzando le tecnologie più all’avanguardia, il progetto illustrerà il sito archeologico situato lungo Via dei Fori Imperiali e adiacente a via Alessandrina partendo da pietre, frammenti e colonne presenti. Gli spettatori saranno accompagnati dalla voce di Piero Angela e da magnifici filmati e ricostruzioni che mostreranno i luoghi così come si presentavano all’epoca di Augusto: una rappresentazione emozionante ed allo stesso tempo ricca di informazioni dal grande rigore storico e scientifico.

Gli iscritti ADIRC potranno assistere allo spettacolo con uno sconto di 5 €, il 2 luglio alle ore 22:00. I posti sono limitati, perciò prenota subito la visita al “Foro di Augusto 2000 anni dopo” telefonando al tel. 06.48906227 oppure inviando una email a segreteria@adirc.roma.it.

Visita guidata alla mostra: “Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti"

 

img_modigliani

               POSTI ESAURITI

 

LUOGO: Fondazione Roma – Palazzo Cipolla. Via del Corso,320 (200 metri da Piazza Venezia)
DATA: Domenica 16 Marzo ore 12,00
APPUNTAMENTO: presso la biglietteria del MUSEO alle ore 11,45.
PREZZO BIGLIETTO:  € 17,00 (La quota comprende il biglietto d’ingresso, il microfonaggio e la guida).  Il numero dei partecipanti è strettamente limitato a 25 persone.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
(Per info e prenotazioni fino ad esaurimento posti telefonare in Associazione al numero 0648906227).

Dopo il grande successo alla Pinacothèque de Paris e al Palazzo Reale di Milano, la mostra “Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter”, a cura di Marc Restellini, giunge a Roma. Per la prima volta si possono ammirare i capolavori appartenenti alla ricca collezione di Jonas Netter (1867 – 1946), acuto riconoscitore di talenti. La mostra presenta oltre 120 opere di straordinaria bellezza oltre a Modigliani, anche Soutine, Utrillo, Suzanne Valadon, Kisling e altri artisti che vissero e dipinsero a Montparnasse agli inizi del Novecento durante i cosiddetti “anni folli”, in cui il noto quartiere parigino divenne centro culturale di avanguardia e luogo di incontro di artisti e intellettuali. In questo turbine di cambiamenti e trasformazioni, Jonas Netter ricoprì indubbiamente un ruolo fondamentale.
Il percorso espositivo mette a confronto i capolavori acquistati nell’arco della sua vita dal collezionista , che, affascinato dall’arte e dalla pittura, diventò un amateur illuminato, grazie all’incontro col mercante d’arte e poeta polacco Léopold Zborowski, che gli suggerì opere di artisti non famosi ma che Netter, che di mestiere faceva il rappresentante, poteva permettersi di acquistare.

Leggi tutto

Visita guidata alla mostra "Gemme dell'Impressionismo".

Layout 1

Da Monet a Renoir, da Van Gogh a Bonnard”
 
LUOGO: Museo dell’Ara Pacis, Nuovo spazio espositivo Ara Pacis
DATA: Sabato 8 febbraio ore 10,30
APPUNTAMENTO: presso la biglietteria del MUSEO, in Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli). 
PREZZI: Iscritti ADIRC  € 17,00 – Ospiti € 18,00.
(La quota comprende il biglietto d’ingresso e la guida).
 (La prenotazione è impegnativa al pagamento della quota anche in caso di mancata partecipazione)
Il numero dei partecipanti è strettamente limitato a 25 persone.  
 
 (Per info e prenotazioni fino ad esaurimento posti telefonare in Associazione al numero 0648906227).

Verso la fine degli anni ‘20 del XX secolo, uno dei massimi esponenti del capitalismo statunitense, imprenditore e banchiere, Andrew W. Mellon, avviò quella che sarebbe poi diventata una delle collezioni d’arte più importante al mondo, con l’ambizione di abbracciare il meglio dell’arte europea dal medioevo al XVIII secolo. Dopo la sua morte, 1937, a raccogliere la sua eredità furono i figli, Paul ed Ailsa, i quali coltivarono la stessa passione del padre, arricchendo quella che a noi oggi è nota come Collezione Mellon ed è conservata, a seguito di una donazione, presso la National Gallery of Art di Washington.

Leggi tutto

Inaugurazione: Il cibo immaginario

Cari amici,
lunedì 2 dicembre verrà inaugurata a Palazzo delle Esposizioni, in via Nazionale, 194, la mostra: “IL CIBO IMMAGINARIO – 1950-1970 pubblicità ed immagine dell’italia a tavola”.
Per molti di noi è l’occasione di fare un tuffo nella nostra infanzia attraverso i ricordi che ci trasmettono le immagini pubblicitarie che sono esposte ed accompagnano il percorso sul cibo e su come negli anni sia cambiata la percezione di questo e il comportamento degli italiani a tavola.
L’INGRESSO E’ GRATUITO.
Stampa l’invito
Inoltre informiamo chi è interessato e non potrà prendere parte alla inaugurazione che la mostra sarà aperta al pubblico dal 3 dicembre al 6 gennaio, ma in questo caso a pagamento.
Cari saluti.
OPENING SESSION

National Geographic, la Grande Avventura: 125 anni nel mondo 15 in Italia

la grande avventura
National Geographic, la Grande Avventura: 125 anni nel mondo 15 in Italia
Palazzo delle Esposizioni
dal 28/09/2013 al 02/03/2014
Era il 13 gennaio del 1988 quando a Washington si incontrarono 33 uomini e diedero vita alla National Geographic Society. Una realtà scientifica e divulgativa che da allora è cresciuta ed è diventata un punto di riferimento per far conoscere, attraverso i loro tanti lavori, i luoghi più sperduti del pianeta insieme alle culture che lo abitano.
La National Geographic Society attraverso le sue immagini ha fatto viaggiare con la fantasia intere generazioni. Oggi, con i nuovi mezzi di trasporto, spostarsi da una località ad un’altra o da continente a continente è solo questione di ore, ma per gran parte delle persone che sono vissute nel secolo appena trascorso la loro fantasia e le immagini della National Geographic Society hanno rappresentato l’unica possibilità di conoscere nuovi paesi e culture diverse.
Chi non ricorda i bellissimi filmati sottomarini dell’indimenticato Jacques Cousteau, ma anche le imprese nelle giungle più impervie per farci conoscere gli animali e le piante che le abitavano o ancora l’indimenticabile e avventurosa spedizione di Robert Peary al Polo Nord.
Ora possiamo rivivere tutto questo, in occasione dei 125 anni dalla nascita della National Geographic Society, in una bellissima mostra che si tiene a Palazzo delle Esposizioni dal 28 novembre al 2 febbraio dal titolo “NATIONAL GEOGRAPHIC 125 anni nel mondo 15 in Italia – LA GRANDE AVVENTURA.

Gemme dell'Impressionismo – Da Monet a Renoir da Van Gogh a Bonnard

impressionismo
Gemme dell’Impressionismo – Da Monet a Renoir da Van Gogh a Bonnard
Ara Pacis
dal 23/10/2013 al 23/02/2014
Gli impressionisti da Washington a Roma
68 capolavori della collezione impressionista e post impressionista della National Gallery of Art
La collezione impressionista e post-impressionista della National Gallery of Art di Washington è tra le più amate dai visitatori del museo statunitense e, fino al 23 febbraio 2014, anche i visitatori del Museo dell’Ara Pacis avranno l’occasione unica di poter ammirare queste “Gemme dell’Impressionismo” per l’unica tappa europea di un tour che porterà le 68 opere fino in Giappone.
Un prestito di altissimo valore, reso possibile grazie ad uno scambio tra Istituzioni all’interno del progetto Dream of Rome. Infatti, la “Rotunda” della stessa National Gallery of Art di Washington ospiterà la splendida e maestosa statua del Galata capitolino dai Musei Capitolini.
Dagli assolati prati di primavera di Alfred Sisley alle affascinanti nature morte di Edouard Manet e Paul Cézanne, agli interni “Nabis” intensamente composti di Pierre Bonnard e Edouard Vuillard, ai colori saturi e vibranti di Pierre-Auguste Renoir, la collezione comprende capolavori che raccontano l’ispirata innovazione nel colore, nel tocco e nella composizione, che hanno reso la pittura francese di fine ‘800 uno dei momenti fondamentali della storia dell’arte.
La mostra è suddivisa in sezioni tematiche che vanno dal paesaggio al ritratto, dalla figura femminile alla natura morta, fino alle rappresentazioni della vita moderna.
Un excursus tematico ma anche temporale, a partire da Boudin – precursore dell’Impressionismo e maestro di Monet, celebre per aver raccontato la vita mondana dell’epoca –  fino all’apertura dell’Impressionismo al nuovo secolo.

Augusto

augusto

Augusto

Scuderie del Quirinale
dal 18/10/2013 al 09/02/2014
La mostra alle Scuderie del Quirinale, con una selezione di circa 200 opere di assoluto pregio artistico, propone un percorso capace di intrecciare la vita e la carriera del princeps con il formarsi di una nuova cultura e di un nuovo linguaggio artistico, tutt’ora alla base della civiltà occidentale.
Fulcro visivo della mostra sono le celeberrime statue di Augusto, riunite per la prima volta insieme (opere provenienti dal Museo Nazionale Romano, Musei Vaticani,  Museo Archeologico Nazionale di Napoli, British Museum).
Ai gruppi scultorei, espressione di una nuova classicità, si affiancano eccelsi documenti dell’arte decorativa come una nutrita selezione dal tesoro degli argenti di Boscoreale, eccezionalmente prestato dal Museo del Louvre di Parigi, e magistrali rappresentazioni del potere delle immagini nel mondo antico come i preziosissimi cammei di Londra, Vienna e del Metropolitan di New York, utilizzati in qualità di dono personale da parte dei membri della famiglia imperiale.
A conclusione della mostra, l’inedita ricostruzione di 11 rilievi, oggi divisi tra la Spagna e l’Ungheria, dell’edificio pubblico eretto originariamente in Campania in memoria di Augusto dopo la sua morte, e dove vi è narrato, con grande efficacia, uno scontro navale della battaglia di Azio, che nel 31 a.C. mise fine alla guerra civile tra Ottaviano e Marco Antonio aprendo la strada al definitivo trionfo del princeps.